Viaggio low cost a New York

da Viaggiare Zaino in Spalla
0 commento

Un viaggio a New York era sempre stato il mio sogno ma ero sempre stata frenata dai prezzi assurdi. Fino a qualche decennio fa era impensabile poter fare un viaggio low-cost a New York e soprattutto risparmiare organizzando autonomamente il viaggio. Oggi non dobbiamo più rinunciare al grande sogno americano. Bastano poche mosse giuste e possiamo creare il nostro itinerario fai da te a costi davvero contenuti.

Alcune indicazioni utili

New York, sopratutto sotto Natale, è sicuramente dispendioso ma ci sono alcuni accorgimenti che possiamo adottare per non prosciugare il nostro portafogli e goderci una bellissima vacanza anche risparmiando. Io amo viaggiare low cost e cerco sempre di adattarmi a condizioni meno lussuose. Adotto ormai questo metodo fai da te da molti anni e anche per New York mi sono occupata personalmente di tutto l’iter burocratico, dalla prenotazione, ai visti, fino alla pianificazione dell’itinerario. Non è stato poi così difficile e il risparmio è stato notevole.

Nell’articolo come organizzare in 7 mosse il tuo viaggio a NYC vi spiego tutte le procedure da fare per i documenti e se avete bisogno di qualche consiglio per gli alloggi date pure un’occhiata all’artico perché’ scegliere di alloggiare nei due punti estremi di Manhattan. In quest’ultimo vi spiego proprio la soluzione che abbiamo adottato per risparmiare.

Le mosse giuste

Essendo il nostro primo viaggio in America l’emozione era grande e con essa anche la paura di sbagliare qualcosa, sopratutto nelle prenotazioni. Se anche per te è la prima volta non temere, si impara infletta, bisogna solo fare attenzione ai dettagli e prendere qualche accortezza. L’organizzazione del viaggio a New York non è poi così complicata e come per ogni viaggio bisogna solo farci la mano. L’esperienza si acquisisce nel tempo, si impara viaggio dopo viaggio. Anche viaggiare Low Cost.

Le cose che possono fare la differenza, sul costo del viaggio, sono essenzialmente queste:

  • scegliere un volo diretto ci permette di risparmiare sui costi. Dal cibo e bevande che consumeremmo durante lo scalo, in attesa del volo successivo, alle varie tentazioni di shopping compulsivo dettato dalla noia.
  • richiedere personalmente l’ESTA sul portale ufficiale, senza usare intermediari a pagamento, è un modo molto semplice per risparmiare qualche decina di euro.
  • scegliere gli hotel economici, purché abbiano buone recensioni. Vi consiglio di fare solo pernottamento perché avrete ben poco tempo per fare i pasti in hotel.
  • usare la metrocard per spostarvi con i mezzi pubblici. A tal proposito potete leggere qui il mio articolo su come usare la Subway Newyorkese.
  • usare il NYC PASS per esplorare le attrazioni della città, risparmiando sul costo degli ingressi.
  • scegliere di mangiare nei Diners o Street Food invece che nei ristoranti.
viaggiare-zaino-in-spalla-viaggio-a-new-york-dollari

Cosa sapere prima di partire

Ecco alcune cose che si devono sapere prima di partire.

  1. New York City è divisa in 5 distretti: Manhattan, il suo cuore pulsante; il Queens, la parte orientale in cui si trova anche l’aeroporto internazionale JFK; Brooklyn, collegata dal famoso ponte omonimo; il Bronx, che purtroppo si trascina una cattiva fama dal passato; infine Staten Island che si trova oltre la baia.
  2. Quando arriverete a New York avrete 6 ore di fuso orario indietro, confronto all’Italia.
  3. Le prese americane per la corrente sono diverse da quelle italiane, bisogna quindi comprare un adattatore universale. Io l’ho trovato tranquillamente in un negozio in aeroporto prima della partenza.
  4. Se volate con Norwegian portatevi appresso una copertina o qualcosa che vi tenga caldi perché, personalmente, ho constatato temperature freddine in diverse occasioni. Altro consiglio su Norwegian, il cibo comprato a bordo faceva davvero schifo quindi meglio portarsi appresso qualcosa da mangiare. Per il bere invece c’è a disposizione gratuitamente tutto ciò che volete: acqua, succhi, te e varie bibite.

Sylvié

You may also like

Lascia un commento