Hærvejen e Pilgrimsrute, il cammino di Santiago in Danimarca

da Viaggiare Zaino in Spalla
12 commenti

Sapevate che anche la Danimarca ha il suo cammino di Santiago? Ebbene si, il cammino che conduce a Santiago de Compostela passa anche attraverso la Scandinavia. La prima via parte dall’Islanda e dalla Norvegia, allacciandosi alla Danimarca tramite il noto Hærvejen, mentre la seconda via parte dalla Svezia e si allaccia alla Danimarca tramite la Pilgrimsrute. Ma vediamo nello specifico questi due cammini e l’affascinante legame con il Cammino di Santiago.

danish-pilgrimsrute-cammino-di-santiago-viaggiare-zaino-in-spalla
Hærvejen e Pilgrimsrute in Danimarca

Il Cammino di Hærvejen

Il cammino di Hærvejen è l’antica via Danese che conduce a Santiago de Compostela, in Spagna. Le sue tappa di partenza in Danimarca, Hirtshals e Frederikshavn, raggiungibili dall’Islanda e dalla Norvegia, conducono entrambe a Viborg, un paese a nord della regione Jutland.

Da qui il cammino scende in un’unica direzione. Attraverso un percorso di circa 500 km, il cammino attraversa in lunghezza tutto lo Jutland e raggiunge l’ultima tappa a sud che si trova a Padborg, un paese confinante con la Germania. Qui il cammino si ricongiunge con la via tedesca, sulle tracce degli antichi cammini europei.

haervejen il cammino di santiago in danimarca
Hærvejen

Nel 2010 il Hærvejen è stato designato Percorso Culturale Europeo ed è diventato ufficialmente uno tra i più importanti cammini Jacobei. In sostanza il cammino Hærvejen ha tre funzioni importanti:

  • porta i pellegrini d’Europa verso il cammino scandinavo St. Olav Way che conduce a Trondheim, in Norvegia, nell’antica Cattedrale di  Nidaros;
  • conduce i pellegrini danesi e scandinavi verso il cammino di Santiago de Compostela tramite le varie vie del Nord;
  • è una via di passaggio per i pellegrini scandinavi che vogliono raggiungere Roma e Gerusalemme tramite l’antica Via Francigena. Quest’ultima infatti, partendo dalla Gran Bretagna, scende lungo l’Europa arrivando fino al Vaticano.

Informazioni

Per maggiori informazioni sulla Hærvejen consulta il sito ufficiale del cammino di Hærvejen  dove trovi anche tutte le mappe e la guida, oppure scarica l’App sul tuo smartphone.

Per gli ostelli lungo il cammino consulta il sito Hærvejen Langs.

Se cerchi informazioni sul cammino scandinavo di St. Olav Way visita invece il sito ufficiale sul cammino di St. Olav.

La Pilgrimsrute

A completare la grande rete danese di vie percorribili a piedi, riconducibili al cammino di Santiago, c’è poi la via del pellegrino, conosciuta in Danimarca come The Danish Pilgrimsrute.

La Pilgrimsrute è composta da una via principale e da vari sentieri che si riallacciano a questa. Tutte le vie sono contraddistinte da una segnaletica comune: la famosa concha e la freccia gialla su sfondo blu, tipiche indicazioni presenti anche sul cammino di Santiago.

Le tappe di partenza sono due: Helsingor e Copenaghen. Entrambe le vie si incontrano a Roskilde e da qui proseguono nella stessa direzione fino a raggiungere la città di Ringsted. Da qui le vie si dividono nuovamente.

Queste le due direzioni principali:

  • una via finisce a Korsør, dove si trova il ponte che porta all’isola di Fyn. Da qui si continua fino allo Jutland e ci si ricollega al cammino di Hærvejen;
  • l’altra via continua nel sud del Sjælland fino a raggiungere il porto di Rødby, dove ci si può imbarcare per la Germania.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale danese sulla Pilgrimsrute.

Camminare in Danimarca

Per gli amanti dei cammini e dei viaggi zaino in spalla queste vie sono l’ideale per poter visitare la Danimarca in modo alternativo, lentamente, al contatto con la natura, lontani dal solito itinerario turistico.

Se non ve la sentite di fare l’intero cammino potrete godervi anche solo alcune tappe o addirittura scegliere di fare un percorso giornaliero. Anche l’escursione di un giorno potrà comunque farvi immergere nelle bellezze paesaggistiche della Danimarca e nella sua quiete.

Le tappe sono ben segnalate, l’itinerario è ben curato e i sentieri ben tenuti.

La stagione in cui intraprendere il cammino è una delle cose più importanti da considerare. La Danimarca è una nazione fredda, quindi il periodo ideale per intraprendere questo tipo di viaggio è l’estate. Meglio ancora da giugno a luglio. Ad ogni modo, se ci si organizza con la giusta attrezzatura, la Danimarca offre bellissime esperienze escursionistiche anche a fine primavera, quando la neve si è ormai sciolta. Tra i mesi di Agosto e Ottobre si potrebbe fare qualche tappa ma non consiglio nulla di troppo impegnativo, considerando che in questi mesi comincia il periodo delle piogge. Dopo ottobre con l’inverno alle poste sconsiglio lunghi tragitti ma dipende sempre da come uno si attrezza, sopratutto contro il gran freddo.

Camminare lungo i sentieri del cammino danese, verdeggianti o ambrati a secondo della stagione, è qualcosa di veramente affascinate. Un’esperienza unica che vi auguro di poter provare. A tal proposito vi racconto la mia esperienza di camminatrice in Danimarca.

La mia esperienza

Personalmente mi sono ritrovata spesso a percorrere la Pilgrimsrute. Ho scoperto questo cammino quasi per caso, quando mi accingevo a prepararmi per affrontare il Cammino di Santiago.

Vivendo in Danimarca, a pochi chilometri da Copenaghen, mi sono allenata in questi percorsi prima di partire per il mio primo cammino. Sul blog spiego anche il perché sia utile allenarsi prima di affrontare un cammino molto lungo. Ho cominciato a fare lunghe camminate nei boschi e percorrere dei sentieri intorno al lago Søndersø, nei pressi di Værløse. Ad un certo punto, improvvisamente, mi si è palesato davanti il simbolo ufficiale del cammino di Santiago, la concha su sfondo blu. Era una targhetta attaccata su un palo. Ho cominciato a seguire il simbolo e pian piano ne ho visti tanti altri, assieme alle classiche frecce gialle.

Incredibile, un cartello che non avevo mai notato prima mi ha condotta lungo la via del pellegrino. Ero molto emozionata, non mi sembrava vero. Mancava poco alla partenza e vedere quei simboli jacobei fu come un segno, una grande spinta emotiva per non arrendermi. Ma, oltre questo, fu anche una grande occasione per imparare a conoscere meglio le zone in cui vivevo. Da quel momento, infatti, ho cominciato a seguire le frecce e a spingermi sempre un pochino più avanti, constatando quanto il percorso fosse ben percorribile, ben segnalato e ben curato.

Scoprire la Danimarca a piedi

Non c’è modo migliore di scoprire questa terra meravigliosa a passo lento. Percorrere la Danish Pilgrimsrute è un ottimo modo per visitare la Danimarca a piedi e può essere anche molto rilassante, essendo un percorso privo di montagne.

La Danimarca è infatti una nazione fondamentalmente piatta, ricca di boschi e distese di campagna ma prima di alture importanti. I sentieri sono di facile percorrenza e ben tenuti. Per questo, secondo me, la Pilgrimsrute è un cammino adatto a tutti.

Inoltre, lungo la via, si trovano spesso servizi utili come aree attrezzate, bagni pubblici (puliti) e centri abitati. Per fermarsi a riposare, inoltre, ci sono tantissimi Shelters in cui poter dormire all’aperto. Si tratta di ripari in legno, chiusi sui tre lati, in cui poter piazzare tenda o sacco a pelo. Intorno ad essi vi sono spesso anche dei bracieri per poter accendere un fuoco.

Se invece preferite dormire al caldo, potete pernottare negli alloggi segnalati sulla guida. Trovate tutte le indicazioni e le mappe nei siti ufficiali che vi ho messo a disposizione in alto.

Organizzare le tappe non sarà difficile se avete un po’ di dimestichezza con l’inglese. Negli ostelli e b&b troverete sicuramente anche tanta gentilezza. Ultima cosa utile, la Danimarca è ben servita anche di mezzi pubblici, quindi in caso di necessità potrete optare tra treni e bus. Solitamente i mezzi sono sempre molto puntuali, potete verificare voi stessi sull’App apposita Rejseplanen.

Per qualsiasi altro consiglio inerente al vostro prossimo cammino in Danimarca lasciate pure un commento qui sotto e cercherò di rispondervi prima possibile. Sono certa che sarà una bellissima avventura zaino in spalla, proprio come piace a noi.

Buon Cammino!!

Sylvié

You may also like

12 commenti

Ale Carini Dicembre 13, 2018 - 3:32 pm

Sei stata nominata per il Sunshine blogger awards 2018! Vieni a scoprire gli altri, ti aspettiamo sul nostro blog

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Dicembre 13, 2018 - 3:49 pm

Grazie vado subito a vedere di cosa si tratta

Rispondi
Francesca Gennaio 9, 2019 - 10:05 am

Il cammino di Santiago è il mio sogno di una vita, spero di poterlo percorrere, prima o poi. Cerco online ogni tipo di info. Preziosissimo.

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 12, 2019 - 5:19 pm

Se hai bisogno di informazioni e consigli sul cammino io sono a disposizione non esitare a chiedermi. Spero realizzerai presto questo tuo sogno.

Rispondi
Sara Gennaio 10, 2019 - 9:29 pm

Ciao, anche io sono un appassionata di “cammini”…e il tuo racconto mi ha colpito davvero molto! Non è la prima volta che ti leggo e vedo che abbiamo molte cose in comune. La mia prossima meta è il cammino di santiago ma segno anche questi cammini alternativi di cui hai parlato!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 12, 2019 - 5:07 pm

Che bello Sara mi fa molto piacere sai. Quando parti per il cammino di Santiago? Farai il francese? Se ti servono dritte o informazioni non esitare a chiedere.

Rispondi
Milena Rigotti Gennaio 18, 2019 - 12:37 pm

Complimenti davvero! Un sogno che vorrei realizzare, per ora mi sto allenando per cui ti chiederei qualche consiglio per belle camminate anche importanti nel verde intorno a Copenhagen. Sarò in Danimarca a breve e mi piace rebbe potermi organizzare al meglio. Grazie mille Milena

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 18, 2019 - 1:01 pm

Ciao carissima se sarai in Danimarca a breve ti consiglio di leggere anche l’articolo su cosa mettere in valigia, ti sarà molto utile Visitare la Danimarca in inverno, ecco cosa mettere in valigia

Rispondi
Roberto Febbraio 21, 2019 - 6:16 pm

Ciao, interessante articolo. Mi consiglieresti di fare il cammino danese per fine aprile? Dovendo scegliere un 5/6 tappe, che parte faresti?
Ciao!!!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Febbraio 22, 2019 - 4:56 pm

Ciao Roberto mi fa piacere che l’articolo ti sia piaciuto. Riguardo il periodo potrebbe essere ancora freddino ma ci stiamo avvicinando a temperature più miti anche qui in Danimarca e quindi, pioggia permettendo, potrebbe anche andare bene ma io consiglio più da maggio in poi. Riguardo che tratto fare hai veramente l’imbarazzo della scelta perché come territorio è pressoché totalmente pianeggiante e ricco di boschi e praterie quindi i paesaggi sono molto piacevoli soprattutto in primavera ed estate perché c’è molto verde. Io ho fatto diversi pezzetti sullo Sjaelland e ho constatato che la segnaletica è molto ben tenuta quindi non credo troverai problemi. Nelle Mappe che trovi sui link dell’articolo puoi anche scaricare le tracce. Se per esempio arrivi in volo a Copenaghen potresti cominciare il cammino da Værløse e percorrere il tratto che conduce a Korsor. Poi comunque ti consiglio di contattare l’associazione dei pellegrini per farti consigliare al meglio anche riguardo agli alloggi. Buon cammino e se parti fammi sapere come va!!

Rispondi
LaZiaRo Agosto 14, 2019 - 12:06 pm

La mia amata Danimarca Ti sei fatta tutto lo Jutland… saltando Kolding, dove ho vissuto un anno!! Peccato 😛 13 tappe, ci hai messo 13 giorni, o ne hai fatto solo una parte? Sembra davvero ben tenuto!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Agosto 28, 2019 - 4:36 pm

No purtroppo ne ho potuto fare solo una piccolissima parte ma conto pian piano di fare altri pezzetti, tempo permettendo.

Rispondi

Lascia un commento