Ebbene si, anche l’estremo Nord Europa ha il suo cammino che porta a Santiago de Compostela ed è una via lunga, molto lunga, ma esiste.

Il Cammino in Danimarca

In Danimarca si chiama Hærvejen ed è un’antica via scandinava che conduce a Santiago de Compostela, in Spagna, partendo proprio dalla Danimarca.

La tappa di partenza è a Viborg, un paese a nord dello Jytland. Il cammino poi scende fino a raggiunge Padborg, il paese più a sud della nazione confinante con la Germania. Da qui la via si ricongiunge con quella tedesca sul cammino europeo che i pellegrini percorrevano per arrivare a Santiago.

map-rute-haervejen-viaggiare-zaino-in-spalla

cammini-jacobei-viaggiare-zaino-in-spalla

Nel 2010 il Hærvejen è stato designato Percorso Culturale Europeo ed è diventata ufficialmente una rotta di pellegrinaggio che collega la Danimarca ai più importanti cammini Jacobei:

– verso il cammino scandinavo St. Olav Way che conduce a Trondheim, in Norvegia, nell’antica Cattedrale di  Nidaros;

– per il cammino del nord che conduce a Santiago de Compostela;

– lungo l’antica Via Francigena che porta verso sud, a Roma, e che si riallaccia anche al cammino che conduce a Gerusalemme.

Informazioni

Per maggiori informazioni sulla Hærvejen consulta il SITO UFFICIALE  dove trovi le mappe e la guida  oppure scarica l’App sul tuo smartphone.

Per gli ostelli lungo il cammino consulta il sito HERBERGER LANGS.

Se cerchi informazioni sul cammino Jacobeo scandinavo St. Olav Way visita il SITO UFFICIALE

rute-scandinavian-zaino-in-spalla
foto di Roger Jensen

The Danish Pilgrimsrute

A completare la grande rete danese di vie percorribili a piedi che si ricollegano alla Hærvejen, ci sono poi dei sentieri secondari considerati comunque a tutti gli effetti vie di pellegrinaggio per Santiago de Compostela. Sono chiamate “The Danish Pilgrimsrute” e sono contrassegnate con la famosa concha e freccia gialla.

Queste Pilgrims Rute collegano l’isola di Sjælland e di Fyn con la penisola dello Jytland dove si trova appunto la via Hærvejen.  

Se si vuol cominciare il cammino dall’isola di Sjælland il percorso comincia a nord, da Helsingor, raggiungendo poi Copenaghen e continuando per Roskilde, Korsor, Nyborg fino a raggiungere infine il cammino principale di cui vi ho parlato.

per maggiori informazioni sulla The Danish Pilgrimsrute visita il sito ufficiale

danish-pilgrimsrute-cammino-di-santiago-viaggiare-zaino-in-spalla

Camminare sulla Danish Pilgrimsrute

Per gli amanti dei cammini e dei viaggi zaino in spalla queste vie sono l’ideale per poter visitare la Danimarca in modo alternativo, al contatto con la natura e lontani del solito itinerario turistico.

Se non ve la sentite di fare l’intero cammino potrete godervi anche solo alcune tappe o addirittura scegliere di fare un percorso giornaliero. L’escursione di un giorno potrà comunque immergervi nelle bellezze paesaggistiche e nella quiete che questi luoghi sanno regalare.

Le tappe sono ben segnalate, l’itinerario è ben curato e i sentieri ben tenuti.

La stagione in cui intraprendere il cammino è una delle cose più importanti da considerare. La Danimarca è una nazione fredda e quindi il periodo ideale per intraprendere questo tipo di viaggio è l’estate, meglio se da giugno a luglio. Ad ogni modo, se ci si organizza con la giusta attrezzatura, la Danimarca offre bellissime esperienze escursionistiche anche a fine primavera, quando la neve si è ormai sciolta, e tra fine estate e inizio autunno, quando le foglie non sono ancora cadute.

Camminare lungo questi sentieri verdeggianti o ambrati, a secondo della stagione, è qualcosa di veramente affascinate. Un’esperienza unica, che vi auguro di poter provare almeno una volta nella vita.

La mia esperienza

Personalmente mi sono ritrovata spesso a percorrere la Pilgrimsrute. Ho scoperto questo cammino quasi per caso, quando mi accingevo a prepararmi per affrontare il Cammino di Santiago.

Dovevo partire in primavera e avevo qualche mese per allenarmi (sul blog puoi trovare il mio articolo sul perché sia utile allenarsi). Vivendo nei pressi di Copenaghen, ho cominciato a fare lunghe camminate nei boschi e ho cominciato a percorrere dei sentieri intorno al lago Søndersø vicino casa. Ad un certo punto, improvvisamente, mi si è palesato davanti lo stemma ufficiale del cammino, attaccato su un palo con un adesivo.

Un cartello che non avevo mai notato prima. Era il simbolo della concha e della freccia gialla, quasi mi volessero chiamare per dirmi di non arrendermi. Mancava poco alla partenza e vedere quei simboli jacobei fu come una grande spinta mistica. Ma fu anche una grande occasione per conoscere meglio le zone dei dintorni di Copenaghen che non conoscevo.

Da quel momento, infatti, ho cominciato a seguire le frecce spingendomi sempre un pochino oltre, sempre più avanti. Ed è così che ho perlustrato l’intera zona e ho potuto constatare quanto il percorso fosse ben percorribile, ben segnalato e ben curato.

Scoprire la Danimarca a piedi

Non c’è modo migliore di scoprire questa terra meravigliosa a passo lento.

Percorrere la Danish Pilgrimsrute è un ottimo modo per visitare la Danimarca a piedi e può essere anche molto rilassante essendo una nazione priva di montagne, quindi non troppo faticosa da percorrere.

La Danimarca è una nazione fondamentalmente piatta, ricca di boschi e di distese di campagna. I sentieri sono di facile percorrenza e ben tenuti. Per questo, secondo me, la Danish Pilgrimsrute è un cammino adatto a tutti.

Inoltre in giro si trovano spesso servizi utili come bagni pubblici (puliti) e aree attrezzate per fermarsi. A proposito di queste ultime, la Danimarca è piena di punti Shelters in cui poter dormire all’aperto sui dei ripari fatti in legno e chiusi sui tre lati.

Se invece preferite dormire al caldo potete pernottare gli alloggi forniti dalla guida, trovate tutte le indicazioni e le mappe nei siti ufficiali che vi ho messo a disposizione in alto.

Organizzare al meglio le tappe non sarà difficile se avete un po’ di dimestichezza con l’inglese. Negli ostelli e b&b troverete sicuramente anche tanta gentilezza.

Ultima cosa utile, il Paese è ben servito dai mezzi pubblici quindi per spostamenti molto lunghi potrete optare anche per treni e bus, solitamente sempre molto puntuali.

Se avete bisogno di qualche altro consiglio per intraprendere questo viaggio lasciate pure un commento qui sotto e cercherò di rispondervi nei limiti del possibile.

Sarà una bellissima avventura zaino in spalla, proprio come piace a noi. Sono certa che non ve ne pentirete.

Buon Cammino!!

Sylvié