Esistono dei cammini europei che, tra vie principali e collegamenti secondari, riconducono ai più noti cammini jacobei. Anche l’estremo Nord Europa ha il suo cammino che porta a Santiago.

E’ una via lunga, molto lunga, ma esiste.

Il Cammino in Danimarca

Si chiama Hærvejen ed è un’antica via scandinava che conduce a Santiago de Compostela partendo dalla Danimarca.

Il cammino ufficiale della Hærvejen parte da Viborg, un paese a nord dello Jytland e raggiunge Padborg, il paese più a sud della nazione, confinante con la Germania.

Da qui la via si ricongiunge con quella tedesca sul cammino europeo che i pellegrini percorrevano per arrivare a Santiago.

map-rute-haervejen-viaggiare-zaino-in-spalla

cammini-jacobei-viaggiare-zaino-in-spalla

Nel 2010 il “Hærvejen”  è stato designato Percorso Culturale Europeo ed è diventato ufficialmente una rotta di pellegrinaggio che collega la Danimarca ai più importanti cammini Jacobei:

– al cammino scandinavo St. Olav Way che conduce a Trondheim, in Norvegia, nell’antica Cattedrale di  Nidaros;

– al cammino del nord che conduce a Santiago de Compostela;

– alla via Francigena che porta verso sud, a Roma, e che si riallaccia al cammino che conduce a Gerusalemme.

per maggiori informazioni sulla Hærvejen visita il SITO UFFICIALE  dove puoi consultare LE MAPPE e la guida  o SCARICARE l’App sul tuo smartphone.
Per informazioni sugli ostelli del cammino guarda il sito HERBERGER LANGS.
per maggiori informazioni sulla St. Olav Way visita il SITO UFFICIALE
rute-scandinavian-zaino-in-spalla
foto di Roger Jensen

The Danish Pilgrimsrute

A completare la grande rete danese di vie percorribili a piedi che si ricollegano alla Hærvejen, ci sono poi dei sentieri secondari considerati comunque a tutti gli effetti vie di pellegrinaggio per Santiago de Compostela. Sono chiamate “The Danish Pilgrimsrute” e sono contrassegnate con la famosa concha e freccia gialla.

Queste Pilgrims Rute collegano l’isola di Sjælland e di Fyn con la penisola dello Jytland dove si trova appunto la via Hærvejen:  da Helsingor, passando per Copenaghen, Roskilde, Korsor, Nyborg fino a raggiungere infine il cammino principale di cui vi ho parlato.

per maggiori informazioni sulla The Danish Pilgrimsrute visita il sito ufficiale

danish-pilgrimsrute-cammino-di-santiago-viaggiare-zaino-in-spalla

Fare trekking sulla Danish Pilgrimsrute

Per gli amanti del trekking e dei cammini, queste vie sono l’ideale per poter visitare la Danimarca al contatto con la natura e lontani del solito itinerario turistico.

Se non ve la sentite di fare l’intero cammino, piuttosto lungo, potrete godervi anche solo alcune tappe o addirittura scegliere di fare un solo percorso breve. L’escursione di un giorno potrà comunque immergervi nelle bellezze paesaggistiche e nella quiete che questi luoghi sanno regalare.

Le tappe sono ben segnalate, l’itinerario ben curato e i percorsi veramente ben tenuti.

Una cosa veramente importante da considerare sarà la stagione in cui intraprendere il cammino. La Danimarca è una nazione fredda e quindi il periodo ideale per intraprendere questo tipo di viaggio zaino in spalla è l’estate. Ad ogni modo, se ci si organizza con la giusta attrezzatura, la Danimarca offre bellissime esperienze escursionistiche anche a fine primavera quando la neve si è ormai sciolta e a inizio autunno quando le foglie non sono ancora del tutto cadute.

Camminare lungo questi sentieri verdeggianti o ambrati, a secondo della stagione, è qualcosa di veramente affascinate. Un’esperienza unica, che vi auguro di poter provare almeno una volta nella vita.

Personalmente mi sono ritrovata spesso a percorrere la Danish Pilgrimsrute e ho scoperto questo cammino in un modo del tutto casuale che però ha un non so che di mistico. Mi accingevo a prepararmi per affrontare il Cammino di Santiago, dovevo partire in primavera e avevo qualche mese per allenarmi così, vivendo nei pressi di Copenaghen, ho cominciato a fare lunghe camminate nei boschi vicini. Ho cominciato a percorrere i sentieri del lago Søndersø e ad un certo punto, improvvisamente, mi si è palesato davanti lo stemma ufficiale del cammino attaccato sul palo di un cartello che non avevo mai notato prima. Era il simbolo della concha e della freccia gialla come se mi volessero chiamare, dicendomi chiaramente di non arrendermi. Ormai mancava poco alla partenza. Vedere quei simboli fu come una grande spinta e fu anche un’occasione per conoscere meglio le zone di Copenaghen che non conoscevo. Da quel momento, infatti, ho cominciato a seguire le frecce spingendomi sempre un pochino oltre, sempre più avanti. Ed è così che ho perlustrato l’intera zona e ho potuto constatare quanto il percorso fosse ben percorribile, segnalato e curato.

Se volete scoprire questa terra meravigliosa vi consiglio di percorrere la Danimarca a piedi, sono certa che non ve ne pentirete. Sarà un bellissimo viaggio zaino in spalla. Inoltre questo Paese è ben servito con i mezzi pubblici quindi per gli spostamenti troppo lunghi potrete optare per treni e bus.

Ad ogni modo per tutte le indicazioni e mappe consultate i siti ufficiali che vi ho messo a disposizione qui in alto e organizzate al meglio le tappe perché non sempre sarà possibile trovare ostelli o b&b a prezzi economici.

Se avete bisogno di qualche consiglio lasciate pure un commento qui sotto, cercherò di rispondervi nei limiti del possibile.

Buon Cammino!!

Sylvié