Copenaghen, 3 luoghi fuori città da visitare assolutamente

da Viaggiare Zaino in Spalla
22 commenti

La Danimarca è una terra frizzante, semplice e accogliente, “hygge” come direbbero qui. Arrivare a Copenaghen è un po’ come entrare in una fiaba di Andersen o in un piccolo villaggio di Legoland fatto di mattoncini colorati e finestrelle bianche.

Tra i Paesi Scandinavi, la Danimarca è anche la nazione più mite e proprio per questo sta ormai diventando meta ambita per gli amanti dei viaggi nordici. La città di Copenaghen in particolare offre moltissime attrazioni e scorci suggestivi da visitare.

Ma per chi ha un po’ di tempo in più a disposizione e vuole andare oltre il solito itinerario turistico, pur restando a pochi chilometri dalla città, può visitare l’hinterland di Copenaghen che offre molti luoghi interessanti, raggiungibili con i mezzi pubblici.

Ho scelto per voi 3 luoghi degni di nota: uno adatto ai bambini, uno da fare zaino in spalla e un’altro più turistico. 

Mettetevi comodi e scoprite le bellezze di una terra che ispirò le fiabe più belle di tutti i tempi.

copenaghen-veliero-a-nyhavn

IL PARCO DI BAKKEN

13 km dal centro – 20 min di treno dal centro

A pochi chilometri da Copenaghen, nella zona di klampenborg, immerso nei boschi del Dyrehaven, vi è il parco divertimenti più antico al mondo. Si chiama Bakken, che nell’antica lingua scandinava significava “collina”.

Il Parco risale al 1583 ed è considerata la residenza estiva di Babbo Natale. Oltre ad essere un luogo di divertimento immerso nel verde, Bakken è anche una sorta di macchina del tempo che vi permetterà di fare un tuffo nel passato. Esso conserva infatti quell’atmosfera retrò di una Danimarca d’altri tempi.

Al suo interno, oltre alle numerose attrazioni, ai ristoranti e ai tanti giochi, vi è anche un piccolo villaggio museo in cui poter fare shopping e bere il te dentro l’antica bottega ricreata ad arte. O, ancora, è possibile tagliare i capelli presso il barbiere vecchio stile che vi farà accomodare in un’antica poltrona vintage, che espone in bella vista assieme ai suoi arnesi di un tempo.

Il bosco in cui è collocato il parco divertimenti è ricco di passeggiate e viuzze sterrate, alberi secolari e calessi con i cavalli che rendono l’intero contesto affascinante e fiabesco, adatto a grandi e piccini.

L’ingresso a Bakken è gratuito ma il parco divertimenti è aperto solo in estate, mentre il bosco è visitabile tutto l’anno.

Come arrivare:

L’intero complesso è raggiungibile facilmente con il treno S-Tog, linea C, direzione Klampenborg. Dal centro di Copenaghen arriverete alla stazione di Klampenborg in 15 min. Da qui dovete proseguire a piedi per 900 mt  passando tra l’altro in uno dei tratti più suggestivi del bosco.

Per informazioni su Bakken visitate il sito ufficiale https://www.bakken.dk

viaggiare-zaino-in-spalla-bakken-cervi

LA VIA DEL PELLEGRINO

20 km dal centro – 30 min di treno dal centro

Per gli amanti del Walking o del viaggio “zaino in spalla”, la Danimarca offre parecchi percorsi interessanti tra cui il Hærvejen, il cammino europeo E.V.3.

Questo attraversa l’intera Danimarca, la Germania e la Francia, per poi ricollegarsi alla principale via Jacobea che porta a Santiago di Compostela. Attraversando i Pirenei e l’intera Spagna, il Cammino di Santiago giunge poi ai piedi della cattedrale di San Giacomo e si conclude a Finisterra, al Km 0, dove anticamente si credeva finisse il mondo conosciuto.

La Hærvejen in Danimarca è collegata con altrettanti percorsi secondari. Nei dintorni di Copenaghen passa, ad esempio, la via di collegamento chiamata pilgrimsrute ovvero la via del pellegrino.

Si tratta di un cammino suggestivo tra le campagne e i boschi danesi, da fare in piena libertà, seguendo le famose segnaletiche di Santiago: la “concha” (conchiglia) e la freccia gialla su sfondo blu.

viaggiare-zaino-in-spalla-trekking-copenaghen-mappa
Un tratto della pilgrimsrute

Anche se non siete propensi a fare tanti km potrete decidere di farne anche solo un pezzetto, giusto per godervi la natura e le bellezze del posto. Per esempio potreste organizzare una bella scampagnata partendo da Værløse. Il lago di Søndersø è ben attrezzato con aree di sosta per il picnic. Fiancheggiando il lago e attraversando il bosco di Egebjerg si arriva fino al paesino di Ballerup per poi continuare verso Taastrup, dove potrebbe finire la vostra tappa di 22km circa. Io ve lo consiglio, è davvero bellissimo.

Se non trovate le indicazioni potete seguire la traccia da me scaricata su Wikiloc, che vi metto qui a disposizione.

Se invece non volete addentrarvi lungo la via del pellegrino potrete comunque fare il giro del lago, con i suoi circa 6 km di percorso immerso nella natura, e sarà comunque una bellissima esperienza. Il lago Søndersø infatti è un’oasi naturalistica immersa nella boscaglia, abitata da tante specie protette. Non sarà raro incontrare scoiattoli, cervi o volpi. Le viuzze sono ben curate e poco scoscese, percorribili anche con bicicletta e passeggino.

Come arrivare:

Per arrivare a Værløse basterà prendere l’Stog da Copenaghen, linea A, direzione Farum, e scendere a Værløse. Proseguite poi a piedi nella Ballerupvej per circa 1 km. Troverete le prime indicazioni con la concha che vi condurrà al lago. Da li proseguite in cerca dei segnali, affissi sui pali o sui puntelli. Tenete gli occhi ben aperti e godetevi il cammino.

Per informazioni sulla pilgrimsrute potete visitare il sito https://santiagopilgrimme.dk

viaggiare-zaino-in-spalla-via-del-pellegrino-copenaghen-4

DRAGØR, IL VILLAGGIO DEI PESCATORI

15 km dal centro – 35 min di bus dal centro

Situato a pochi chilometri dall’aeroporto di Copenhagen, Dragør è un pittoresco villaggio che sin del medioevo era famoso per la pesca alle aringhe. Dragør era infatti uno tra i centri principali per l’esportazione di pesce. Ora questo antico villaggio di pescatori ha trasformato la sua principale attività in attrazioni per visitatori e turisti, che ogni anno si riversano nel suo borgo per visitare il suo museo e le tante manifestazioni.

Dragør ti rapisce e ti catapulta in un contesto fiabesco, grazie anche alle sue tante casette gialle dai tetti in paglia o dalle tegole rosse. Le sue stradine conservano ancora il vecchio ciottolato medievale. Il centro del villaggio e il porticciolo brulicano di turisti, soprattutto in estate.

Per chi ama lo stile vintage inoltre, una volta l’anno, a Dragør viene organizzata una grande fiera mercato che si tiene appena fuori dal paese. Si tratta di un evento grandioso che vede arrivare migliaia di persone da ogni parte della Scandinavia. Le date si aggirano sempre intorno alla prima settimana di Giugno e l’ingresso è gratuito. Sono previsti sempre più di 500 espositori, oltre alle tante attrazioni e ai punti di ristoro. Naturalmente c’è anche tanta buona musica dal vivo. Come si può perdere un’occasione del genere?

Come arrivare:

Da Copenaghen ci sono diverse soluzioni per arrivare a Dragør ma quella più comoda senza troppi cambi è il Bus 350S, che parte dalla stazione di Norreport in direzione Dragor Stationsplads.

Il bus vi porterà direttamente al villaggio. Se invece volete arrivare alla fiera mercato, con lo stesso bus, direzione Herlev, dovete scende in Fasanvænget (Møllevej) dopo appena 7 fermate dal centro di Dragor. Dopodiché si prosegue a piedi per 900 mt.

Il Dragør Marked, è in Fælledvej 45-61.

viaggiare-zaino-in-spalla-copenaghen-dragor-1

Questo è tutto per ora. Vi auguro buon viaggio, alla scoperta degli angoli nascosti della capitale danese.

Sylvié

You may also like

22 commenti

Ale Carini Gennaio 8, 2019 - 12:03 pm

Mi stai facendo innamorare della tua Danimarca, lo sai si???
Quando ho visto le foto del PARCO DI BAKKEN e ho visto quei bellissimi animali sulla neve … mi si sono sgranati gli occhi!! Quanta bellezza.
Adoro passeggiare e come ben sai, vado pazza per i villaggi di pescatori, quindi direi che non appena riusciremo ad organizzare un viaggio in Danimarca non potremo perdere questi 3 luoghi fuori Copenaghen, perchè li trovo bellissimi!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 9, 2019 - 12:17 am

Che bello mi fa piacere e spero che presto riuscirai a venire in Danimarca, sono certa che ti piacerà

Rispondi
Silvia The Food Traveler Gennaio 8, 2019 - 2:09 pm

Non vorrei sbagliarmi ma penso di essere stata a Dragør durante il mio primo viaggio in Danimarca. Ti parlo di secoli fa, con i miei genitori, quindi potrebbe anche essere che la memoria mi inganni. Però quell’angolino che hai inquadrato nella terzultima foto mi ricorda qualcosa. In ogni caso vale la pena di tornarci

Rispondi
Monica Gennaio 8, 2019 - 3:39 pm

Mi sono decisamente innamorata del parco di Bakken!! Che meraviglia! Sono stata a Copenhagen l’anno scorso e mi è piaciuta un sacco l’aria allegra che si respira sia tra le sue vie che sui suoi canali. Penso proprio che tornerò con più calma per dedicare qualche giorno anche a questi posti subito fuori città.

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 9, 2019 - 12:24 am

Sicuramente vale la pena spostarsi anche un po’ fuori Copenaghen per scoprire tantissimi posti meno turistici ma altrettanto meravigliosi. Pian piano sto cercando di farli conoscere tramite il blog. Se avrai bisogno di qualche dritta sono a disposizione.

Rispondi
Silvia Gennaio 8, 2019 - 3:40 pm

Sono davvero luoghi fiabeschi! ho visitato solo Copenhagen ma direi che devo tornarci e fare un bel tour!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 9, 2019 - 12:25 am

Sicuramente ne varrà la pena. C’è davvero tanto da scoprire.

Rispondi
Virginia Gennaio 8, 2019 - 6:46 pm

Interessanti questi luoghi che segnali: il cammino mi affascina molto. L’idea di intraprendere un cammino ce l’abbiamo da tempo, però alla fine non ne abbiamo mai fatto uno dall’inizio alla fine, perché poco allenati, perché non avevamo abbastanza giorni ecc. Poterne percorrere un tratto mi sembra un buon compromesso tra la mia pigrizia e la mia curiosità 😉

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 9, 2019 - 12:27 am

Beh allora spero che prima o poi riuscirai a realizzare il tuo cammino ❤️

Rispondi
Stefania Manfredi Gennaio 9, 2019 - 1:12 am

sono stata a Copenaghen qualche anno fa, ma purtroppo non mi sono fermata abbastanza per andare fuori città. ci tornerei molto volentieri per visitare il parco naturale. chissà, magari incontro qualche bell’animale come quello delle tue foto! 🙂

Rispondi
anna di Gennaio 9, 2019 - 9:19 am

Che invidia abitare in Danimarca! Se non abitassi in Aussie, opterei per la Danimarca, lìunico problema è il freddo ie il buio in inverno, ma potrei sempre svernare in italia. Questi tre posti fuori Copenaghen sono meravigliosi. Ho visitato solo Dragor, il villaggio, mi ci hanno portato degli amici danesi. Io adoro questi villaggi, immersi nel verde, dove tutto scorre lento e dove mi sento ogni volta come in una fabia. grazie per farmi conoscere ancora di più questo tuo paese

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 12, 2019 - 5:09 pm

Grazie a te per leggermi, passa a trovarmi quando vuoi

Rispondi
Giovy Malfiori Gennaio 9, 2019 - 9:42 am

Mi piacciono molto i percorsi “per Santiago” non conosciuti comunemente. Ne ho trovati un paio di molto interessanti tra Germania e Austria e, ora, aggiungo questo danese alla lista dei percorsi da studiare.

Rispondi
Paola Gennaio 9, 2019 - 11:06 am

Grazie Sylvié! Mi salvo questo articolo per il prossimo viaggio. Ho amato Copenaghen e vorrei tornare a esplorare le zone attorno e sono felice di aver scoperto il tuo blog ricco di spunti per itinerari fuori città o in giro per la danimarca!

Rispondi
Hartine Gennaio 11, 2019 - 10:19 pm

Molto interessanti questi posti, anche se penso che intorno a Copenhagen ce ne siano tantissimi posti bellissimi e con tante storie da raccontare e vivere

Rispondi
Stefania Gennaio 18, 2019 - 11:24 am

Molto belle le foto del lago 🙂 Se dovessi venire a Copenaghen cercherei sicuramente di visitare anche i dintorni, mi sto rendendo conto che ormai amo più i piccoli paesi e la natura che le grandi città.

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Gennaio 18, 2019 - 12:57 pm

Sai anche io apprezzo maggiormente i viaggi in luoghi immersi nella natura, mi caricano e mi lasciano dentro delle esperienze molto più profonde.

Rispondi
Claudia Marzo 9, 2019 - 11:43 am

Siamo stati a Copenaghen e ce ne siamo innamorati, purtroppo non avevamo abbastanza tempo per uscire dalla città. Mi sarebbe piaciuto vedere il paesino dei pescatori

Rispondi
VALERIA Giugno 15, 2019 - 7:41 pm

Con Bakken e Dragør mi hai conquistata! La Danimarca è l’unico paese nordico che non ho ancora visitato, e prima ancora di progettare il mio itinerario nella capitale, mi stavo appunto chiedendo cosa vedere nei dintorni. Di solito le capitali sono abbastanza turistiche e globalizzate, e quando viaggio mi piace allontanarmi un po’ dalle città principali per cercare di entrare più a contatto con la cultura del posto. Ha funzionato con la Finlandia, con la Svezia e con la Norvegia, e immagino che questa strategia sia vincente anche in terra danese 🙂

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Giugno 18, 2019 - 5:05 pm

Si la Danimarca offre tantissimo soprattutto per chi ama la natura. Ci sono innumerevoli sentieri tra i boschi, paesaggi spettacolari, ma anche attrazioni di tipo culturale di cui presto parlerò nella sezione Speciale Danimarca.

Rispondi
claudia PETTINARI Agosto 31, 2020 - 6:41 pm

Vivi in un paese splendido! mi sono bastati 5 giorni per innamorami di questo paese, dei colori, dei paesaggi, della sua efficienza e delle brevi distanze. Ho avuto modo di vedere qualcosa anche fuori dalla capitale, ma quante cose ancora vorrei tornare a vedere!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla Settembre 1, 2020 - 1:56 pm

Grazie Claudia, si devo dire che la Danimarca è un Paese molto piacevole, ricco di cose belle da vedere sopratutto per chi ama la natura e le cose semplici. Spero che avrai modo di tornare presto, alla piacevole scoperta degli angoli nascosti della Danimarca.
Sul Blog troverai una sezione dedicata, spero potrà esserti utile. A presto!

Rispondi

Lascia un commento