In viaggio con mia sorella, terzo giorno a Bruxelles – seconda parte

da Viaggiare Zaino in Spalla
0 commento

Il nostro terzo giorno a Bruxelles non si è ancora concluso. Ci eravamo lasciati durante il nostro rientro in hotel, per un piccolo break dopo aver visitato il vecchio quartiere di Marroles. 

Dopo esserci riposate, abbiamo deciso di trascorrere il pomeriggio alla scoperta di un’altra importante parte della città. Non si può venire a Bruxelles senza visitare il parlamento europeo

Non abbiamo preso i mezzi perché a noi piace vedere ciò che ci circonda a passo lento così, lungo la strada, abbiamo incontrato tante cose interessanti.

Lungo il tragitto

A pochi isolati dal nostro The Helmet Hotel (che non consigliamo affatto) troviamo subito delle interessanti attrazioni come la Royale Sainte Marie, il Giardino Botanico e le Colonne du Congrès.

Proseguendo più avanti ritroviamo il nostro amato Parco di Bruxelles, visitato in lungo e in largo nei giorni precedenti. Poco più avanti rivediamo il Palazzo Reale e mentre lo fiancheggiamo percorriamo la via che ci conduce in Rue Ducale

Sul grande incrocio della Boulevard du Régent prendiamo la Rue du Luxembourg che ci conduce direttamente al parlamento. Non so quanti km abbiamo fatto ma ne è valsa la pena perché abbiamo potuto scoprire tanti scorci interessanti.

Il Parlamento Europeo

Ed eccoci quindi al Parlamento Europeo, tanto famoso quanto contestato. Essere davanti alla sede dell’Unione Europea fa un certo effetto. Vedere dal vivo il luogo in cui i potenti decidono delle nostre vite è sconcertante. Qui si tirano le fila dei nostri Paesi, della nostra economia e del nostro benessere. 

Perlustriamo i dintorni, entriamo in un bellissimo giardino, ammiriamo alcuni pezzi del Muro di Berlino dati in regalo come segno di unione e democrazia. Pezzi di storia, che avrebbero dovuto insegnarci molto se solo avessimo avuto buona memoria. 

Ammiriamo le geometrie architettoniche del Parlamento e, dopo una passeggiata nei dintorni, decidiamo di rientrare.

Il sole sta scendendo, siamo un po’ stanche e decidiamo di prendere il bus per arrivare in centro.

Dal parco di Rue du Luxembourg scendiamo in Rue Montagne de la Cour praticamente a due passi dal Museo di Magritte. Il sole è ormai calato e noi arriviamo giuste in tempo per ammirare un’affascinante tramonto che, dalla piazzetta dell’orelle tourbillonnante, si riversa sul meraviglioso Parco Mont des Arts.

viaggiare-zaino-in-spalla-tramonto-al-mont-des-Arts-bruxelles-belgio

La nostra lunga giornata si è conclusa così, con bellezza e tranquillità. Con un’ultima passeggiata in centro e una cenetta in centro prima di rientrare in hotel.

Una volta salite in tram facciamo il punto della situazione e decidiamo la prossima meta per l’indomani. Questa volta visiteremo una splendida località fuori Bruxelles. Siete curiosi?

Il nome ve lo sveliamo nel prossimo articolo ma vi anticipiamo che si tratta di una paesino molto caratteristico, famoso anche per il suo splendido castello medievale.

Si trova a solo mezz’ora di treno dalla capitale. Avete già capito?

Sylvié

You may also like

Lascia un commento