I passanti della via Købmagergade a Copenaghen ne sono spesso ignari, ma basterebbe alzare lo sguardo al cielo per vederlo in tutto il suo splendore. Mercurio, o Hermes per i Greci, da oltre 100 anni è li, a suo agio, nel tetto del palazzo che fino al 1971 ospitava il Negozio-Fiera di Copenaghen, ora sede di una importante compagnia di business danese.

viaggiare-zaino-in-spalla-hermes-copenaghenCon i suoi piedi alati e il suo caduceo, bastone sacro con i due serpenti ritorti, simbolo di pace e prosperità, si affaccia pericolosamente ma con saldo equilibrio, e sprigiona la sua magia tra gli abitanti che passano per la via dello shopping danese, dando loro prosperità e l’augurio di far girare l’economia della capitale. Il bastone teso e la sacchetta piena di monete che stringe in mano ne rivelano l’intenzione.

Lo scultore Giulio Schultz, che nel 1896 ha realizzato questo bellissimo dio di bronzo, probabilmente pensava proprio a questo, dando vita al simbolo di buon auspicio per la città e per tutti coloro che, passando in quella via, si fanno rapire dalla magia di Hermes.

E voi lo avete mai visto? Non sempre ci si fa caso ma se vi ho incuriositi sarà una buona occasione per tornare tra le strade danesi in cerca di un po’ di fortuna.

Sylvié