Di fattura rinascimentale, il Castello di Rosemborg era l’antica residenza reale danese ormai disabitata e trasformata in un museo, attrazione turistica ma anche luogo in cui vengono custoditi i gioielli della regina e i cimeli reali più antichi.

Il Castello

Il Castello di Rosemborg fu costruito nel 1600 per volere del re di Danimarca Cristiano IV e abitato dai regnanti fino al 1720.

Tra le collezioni reali presenti nel castello/museo si trovano anche molti manufatti, pitture e arazzi che illustrano la vita reale fino al XIX secolo e tra le ricchezze più preziose, oltre ai gioielli della corona danese, anche il trono reale e il tappeto persiano usato in occasione delle incoronazioni.

Al terzo piano si trova la “Sala dei Cavalieri”, originariamente utilizzata come salone per i balli, poi adibita a sala ricevimenti e infine usata come sala dei banchetti. Solo verso la metà dell’800 questa assunse il nome odierno e divenne la Sala del Trono.

Il giardino

Il castello sorge nel più antico giardino reale danese, un tempo pensato secondo uno stile rinascimentale Italiano e oggi trasformato in un vasto parco all’inglese con le siepi ben curate, un roseto e un’area verde circondata da panchine e viali alberati.

Il parco è aperto al pubblico e i danesi amano trascorrere qui le loro giornate estive, distesi sull’erba per prendere il sole ogni volta che si presenta l’occasione. Una bella passeggiata in questo parco è tappa obbligatoria e sicuramene una bella occasione per rilassarsi ed entrare in sintonia con la filosofia hygge tipica della Danimarca.

Per orari e informazioni vi consiglio di visitare il sito ufficiale http://www.kongernessamling.dk/rosenborg

Sylvié

viaggiare-zaino-in-spalla-parco di-rosemborg