Kastellet è un fortino militare risalente al 1626 e ricostruito poi nel 1660 in seguito ai gravi danni riportati dopo l’assedio svedese a Copenaghen.

La sua caratteristica forma a stella pentagonale le conferisce un fascino molto particolare, tanto da collocarlo come una delle attrazioni turistiche di Copenaghen più visitate, dopo la Sirenetta e il porticciolo di Nyhavn.

viaggiare-zaino-in-spalla-copenaghen-kastellet-mappa

Le sue caratteristiche

La cittadella fortificata si trova poco più avanti della fontana di Gefjun e della St Alban’s Church. E’ cinta da un largo fossato colmo d’acqua e da cinque bastioni (Kongens, Dronningens, Grevens, Prinsessens e Prinsens) ricoperti da una sorta di terrapieno erboso. Le sommità sono circondate da viali alberati e sentieri, intervallati da panchine, su cui poter ammirare scorci di mare e di città.

viaggiare-zaino-in-spalla-copenaghen-kastellet-fortino-4

Al fortino si può accedere gratuitamente, dal mattino fino a sera, grazie a dei ponti in legno che attraversano il fossato. La notte però l’ingresso viene chiuso e la ronda non permette l’ingresso ad eventuali visitatori notturni.

viaggiare-zaino-in-spalla-copenaghen-kastellet-con la neve-ingresso

Al suo interno potrete scorgere i caratteristici caseggiati rossi dai tetti a spiovente, disposti in modo ordinato lungo le stradine ciottolate, e il mulino a vento che con le sue grosse pale ricorda tanto quelli olandesi.

Da vedere anche la casa del commando (Kommandantboligen), le caserme, la polveriera, i magazzini e le prigioni su cui fu tenuto segregato il noto pirata inglese J. Norcross.

viaggiare-zaino-in-spalla-copenaghen-kastellet-mulino

Sylvié