2019 anno del turismo lento, ecco quali cammini fare

da Viaggiare Zaino in Spalla
13 commenti

Il 2019 è stato nominato ufficialmente l’anno del turismo lento, un’opportunità che il UNCEM (Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani) userà per attuare attività di sviluppo locale.

Il turismo lento è un tipo di viaggio fatto di percorsi culturali, ciclovie, cammini e linee ferroviarie panoramiche transitabili con treni a percorrenza lenta.

Il soffermarsi tra una tappa e l’altra del viaggiatore, che percorre itinerari che attraversano piccoli paesi, porta indubbiamente ad un contatto maggiore con realtà marginali lontane dalle solite attrazioni turistiche conosciute. Una grande opportunità per lo sviluppo economico dei piccoli borghi che possono così attuare validi progetti di rivalorizzazione del territorio.

Si tratta di un tipo di turismo sostenibile, a contatto con la natura e alla riscoperta dei piccoli comuni. Un modo per addentrarsi nel vivo delle culture locali scoprendo tradizioni e usi spesso celati allo sguardo sfuggente del turismo di massa.

Questo tipo di viaggio è ben noto ai già tanti pellegrini e camminatori che ogni anno percorrono cammini più o meno conosciuti, scarpinando tra viuzze di campagna, sentieri di montagna, mulattiere, strade sterrate, in territori bellissimi e spesso incontaminati. Luoghi che si scoprono passo dopo passo, zaino in spalla, senza fretta

Un tipo di esperienza che sicuramente bisognerebbe provare almeno una volta nella vita, per riappropriarsi del proprio tempo, riscoprire il valore dell’essenziale ed avere un inevitabile confronto con la parte più profonda di se stessi poiché, sia chiaro, camminare è anche sinonimo di introspezione.

Allora che aspettare? il 2019 è l’anno ideale per programmare il vostro cammino.

viaggiare-zaino-in-spalla-trekking-is-cannoneris-sardegna

Quale cammino fare?

L’Italia è piena di percorsi più o meno lunghi, più o meno organizzati e segnalati, più o meno famosi. La scelta è davvero molto vasta. Se volete farvi un’idea delle infinite possibilità potete optare tra questa lista scelta per voi.

La via Francigena

La Magna Via Francigena 

Il Cammino delle 100 torri 

Il Cammino Minerario di Santa Barbara 

Il Cammino di Santu Jacu

La Via degli Dei 

Il Cammino dei Briganti 

Il Cammino di San Francesco

 

Questi sono solo alcuni dei cammini presenti in Italia ma se state pensando anche solo ad un semplice trekking o un’escursione giornaliera sarà possibile trovare migliaia di sentieri e percorsi naturalistici. In questo caso vi consiglio di chiedere informazioni più dettagliate agli enti del turismo locali che vi sapranno certamente indicare la scelta migliore per le vostre esigenze.

Buon 2019, buon cammino e buon turismo lento!

Sylvié

You may also like

13 commenti

Silvia The Food Traveler 1 Febbraio, 2019 - 9:49 am

Mi piacerebbe tantissimo provare prima o poi un tipo di vacanza di questo tipo, perché è qualcosa di diverso da ciò a cui sono abituata. Cammino in montagna – l’escursione al rifugio, per intenderci – ma più giorni a piedi non li ho mai affrontati. E devo ammettere che la cosa mi spaventerebbe non poco! Dalle mie parti (in Piemonte) ci sono diversi percorsi che collegano l’Italia alla Francia, per esempio, per cui potrei partire da lì.

Rispondi
Alessandra 1 Febbraio, 2019 - 6:52 pm

Mi piace molto fare escursioni in mezzo alla natura, ma ho sempre fatto itinerari di un giorno. Da tempo sto pensando di intraprendere un cammino di più giorni. Dev’essere un’esperienza emozionante!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 4 Febbraio, 2019 - 12:18 pm

Si, camminare per più giorni ti fa entrare in una condizione mentale molto diversa di quella escursionistica perché man mano che vai avanti cominci a percepire il cammino come la meta stessa del tuo viaggio a prescindere da quale sia la tua tappa prefissata. Ed è in quel momento che la tua vita si apre completamente e abbassa i muri dandoti l’opportunità di vivere delle esperienze veramente uniche ed emozionanti. Te lo consiglio veramente di cuore!

Rispondi
Elisa 8 Marzo, 2019 - 4:34 pm

Quanto avrei bisogno di questo tipo di esperienza, io che da ogni viaggio torno a casa più stanca di quando sono partita, abituata a fare sempre tutto di corsa per vedere più cose possibili.
Un cammino lento, con le giuste pause. E magari senza connessione Wi-Fi.
Quando lo vedrai tra i miei post, saprai di avermi ispirato tu!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 8 Marzo, 2019 - 10:47 pm

Sarebbe una grande emozione per me sapere di esserti stata di ispirazione quindi spero con tutto il cuore di leggere presto la tua esperienza. E sono anche certa che ti piacerebbe un sacco

Rispondi
Martina Bressan 9 Marzo, 2019 - 5:16 am

Mi piacciono le escursioni in montagna, ma non ho mai fatto escursioni di più giorni. La via degli dei vorrei farla durante le vacanze 25 aprile -1 maggio. Ho visto molta gente che l’ha fatta, e penso sia davvero bella! Spero ci sarà il sole. Tra quelli che hai citato, il cammino delle Cento torri non lo conoscevo ma fare il giro della Sardegna con questa camminata mi piacerebbe molto !

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 9 Marzo, 2019 - 7:49 pm

La via degli Dei affascina tanto anche me, so che è un po’ impegnativa per il continuo sali e scendi ma è fattibile e nemmeno troppo lunga. Prima o poi la farò anche io. Se ci andrai fammi sapere così ti chiedo un po’ di cose

Rispondi
Anna 10 Marzo, 2019 - 12:25 pm

Sogno da tempo di fare un’esperienza di cammino, chiedo a te che sei un’esperta: ce ne sono di più adatti alle famiglie? I miei ragazzi hanno 15 e 13 anni, quindi ormai hanno più resistenza di me, però magari ci sono cammini dove hai incontrato più famiglie o con paesaggi più vari e quindi meno noiosi per loro… o magari altre considerazioni che io nemmeno ho fatto non essendo un’esperta di cammini. Grazie!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 10 Marzo, 2019 - 11:39 pm

Ho visto tante famiglie con bambini anche molto piccoli sul cammino di Santiago, fare piccoli o grandi pezzi di cammino. Tutto dipende da quanto si è disposti ad adattarsi perché si deve considerare che la priorità alla fine saranno loro con il loro ritmo, alloggiando in ostelli con tante persone il che, secondo me, non è affatto male e per loro anzi potrebbe essere uno spasso. Opterei per il cammino di Santiago (la via francese) sia perché è più ricca di servizi sia perché è più frequentata e questo è utile soprattutto per la prima esperienza. Inoltre anche come territorio è molto vasto e vario di paesaggi e tipologie di percorsi. Puoi scegliere se farlo tutto, partendo dai Pirenei oppure da metà partendo da León o semplicemente gli ultimi 100 km partendo magari da Sarria. Sarà sicuramente una bellissima esperienza.

Rispondi
Valentina 11 Marzo, 2019 - 3:15 pm

Mi sono ripromessa che nel 2019 voglio percorrere anche io uno dei cammini che hai citato! Amo la montagna, amo il trekking e non vedo l’ora di cimentarmi di nuovo in queste bellissime avventure zaino in spalla! 🙂 Non credo che esistano forme di viaggio più autentiche di questa!

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 12 Marzo, 2019 - 9:46 am

Concordo. E sono anche certa che una volta che cominci difficilmente potrei farne a meno

Rispondi
silvia terracciano 1 Luglio, 2019 - 10:44 pm

Le escursioni nella natura e le lunghe camminate sono le mie preferite, rigenano anima e corpo, mi piacerebbe moto fare la via degli dei e il cammino dei briganti. Aspetto che il piccolo cresca un pò ha solo 2 anni e poi sicuramente li faremo

Rispondi
Viaggiare Zaino in Spalla 7 Luglio, 2019 - 1:02 am

Che bello la Via degli Dei piacerebbe molto anche a me

Rispondi

Lascia un commento