attrezzatura

Recensione sul sacco a pelo Forclaz 15° light della Quechua

Dopo l’articolo su come piegare il sacco a pelo in 6 semplici mosse, oggi vi voglio parlare della scelta del sacco a pelo da portare sul cammino di Santiago o su altri cammini zaino in spalla di più giorni in cui non sia previsto passare la notte in albergo.

In particolare voglio lasciarvi una piccola recensire sul mio Forclaz 15° light della Quechua visto che l’ho utilizzato per due anni di seguito con splendidi risultati.

Ogni cammino o viaggio zaino in spalla, in cui sia previsto dover dormire in ostelli o alloggi improvvisati, prevede l’utilizzo e quindi l’acquisto di un sacco a peno. La scelta è svariata e tutto dipende dal tipo di utilizzo che ne vogliamo fare, ossia dal luogo e  dalle temperature dell’ambiente in cui lo useremo. Ad ogni modo è sempre doveroso scegliere un prodotto di discreta o buona qualità per non rischiare di compromettere il nostro sonno e il nostro viaggio.

Sul cammino di Santiago è buona abitudine portare un sacco a pelo di media temperatura o un sacco lenzuolo in base alla stagione, il primo se partiamo in stagioni fredde o dalle temperature variabili come quelle autunnali e primaverili, la seconda soluzione in caso si decida di partire nei mesi estivi. Questo perché sul cammino è previsto alloggiare su albergues che forniscono comode sistemazioni anche se spesso sprovviste di lenzuola e coperte ma naturalmente la scelta del sacco a pelo cambia drasticamente se prevediamo di fare il cammino con la tenda. In questo caso il sacco a pelo dovrà essere molto più caldo per via dell’umidità, fino a raggiungere temperature ben al di sotto dello zero in stagioni più fredde.

Io, essendo partita a fine aprile in entrambi i cammini, ho optato per un sacco a pelo  da 15° con una tenuta massima di 10° sopratutto in vista delle altitudini che dovevo attraversare e del passaggio in Galizia, regione considerata molto piovosa e fresca. Naturalmente ho dormito negli albergues quindi la gradazione scelta è stata azzeccata.

Ci tengo a precisare che, naturalmente, tutto ciò che indico sul blog vuole essere solo un consiglio indicativo in base alla mia personale esperienza, ma ho imparato strada facendo che anche in questo campo le scelte sono spesso soggettive, ciò che può andare bene a me non è detto che vada bene a voi, quindi prendete i miei consigli con il giusto peso. Spero comunque che queste indicazioni possano esservi utili.

banner sacco a pelo
foto di Silvia Montis

Vediamo ora nel dettaglio i pro e i contro del sacco a pelo Forclaz 15° light:

L’ho acquistato l’anno scorso alla decathlon di Sassari e l’ho pagato circa 35€ ma ho notato che comprandolo online sul sito ufficiale, Decathlon Italia, costa meno perché è in promozione per fine serie.

Come vi ho già accennato l’ho usato durante il cammino di Santiago per tutto il periodo di maggio quindi ho constatato essere un ottimo prodotto per la primavera poiché tiene il calore corporeo in ambienti che scendono ad una temperatura fino a 15° max 10°. Pesa poco, appena 735gr, e si ripiega in un sacchetto di piccole dimensioni, quindi è veramente poco ingombrante.

Personalmente ho deciso di acquistare la misura XL anche se non sono alta, ma solo per una questione di comodità mia, perché per dormire non volevo sentirmi legata come una salsiccia, quindi il peso del mio sacco a pelo è maggiore confronto alle altre misure. Per esempio per una taglia L il peso scende a 675gr e noi Backpakers sappiamo quanto sia importante il controllo del peso del nostro zaino e quanta differenza faccia anche solo qualche grammo in più.

sacco-a-pelo-forclaz-15-light-quechua
sacco a pelo forclaz 15 light quechua

La sua forma a mummia non è il massimo del confort ma avendo scelto una misura più ambia ci ho sempre dormito comoda anche perché la zip si apre fino a 3/4 e questo mi ha permesso spesso di usarlo come una coperta infilando dentro il sacco solo i piedi.

Questo tipo di sacco a pelo ha una zip doppia che permette anche di unire due sacchi a pelo e rendere ancor più ampio il giaciglio in caso si voglia dormire in due. Il materiale è sintetico ma facilmente lavabile in lavatrice a basse temperature. La Quechua garantisce il prodotto per 5 anni, questa è una buona cosa. Io il mio l’ho già lavato in lavatrice e ho usato l’asciugatrice per asciugarlo, sono molto soddisfatta perché è come nuovo nonostante l’utilizzo costante.

Questo per ora è tutto. Fatemi sapere sui commenti che prodotto avete scelto voi e se vi trovate bene. Alla prossima!!

Sylvié

 

2 pensieri riguardo “Recensione sul sacco a pelo Forclaz 15° light della Quechua”

    1. Che bello fare il campeggio quando si è bimbi, accresce la voglia di avventura e libertà. Riguardo il sacco a pelo alla Decathlon trovi prodotti di discreta qualità senza dover spendere una fortuna considerando anche che essendo bambini crescono e quindi non lo useranno per tanti anni.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...